10 consigli per migliorare la qualità dell’aria della vostra casa
22/02/2019
Respirare aria il più possibile pulita è essenziale per vivere bene: continuate a leggere per scoprire i nostri suggerimenti per purificare gli ambienti in cui trascorrete più ore al giorno!

Il problema dell’inquinamento dell’aria non riguarda soltanto l’ambiente esterno, anzi: è stato dimostrato che in casa o in ufficio la qualità dell’aria è di 5 volte peggiore (come riportato qui) e poiché trascorriamo la maggior parte della nostra vita chiusi tra quattro mura il rischio di ripercussioni sulla salute è concreto.

Le cause di un ambiente poco salubre sono molteplici: mobili verniciati e apparecchi elettronici, nonché dispositivi per il ricambio dell’aria malfunzionanti, rilasciano più o meno costantemente particelle inquinanti nell’aria, così come compiere azioni come fumare, pulire o ristrutturare casa può incidere notevolmente sulla qualità dell’aria che respiriamo. E se state pensando di spruzzare un deodorante per ambienti, meglio cambiare idea! Anche i profumatori sono una forma di inquinamento che rilascia nelle vostre stanze agenti chimici potenzialmente dannosi.

Ma cosa possiamo fare per migliorare la qualità dell’aria della nostra casa? Ecco 10 consigli che possono aiutarvi a respirare meglio!

1. Spalancate le finestre

È la cosa più facile da fare e di certo la più economica: arieggiare gli ambienti almeno una volta al giorno per circa 5-10 minuti contribuirà a ridurre la concentrazione di inquinanti nell’ambiente.


2. Un benefico tocco di verde

Ne avevamo già parlato in questo articolo: grazie alla fotosintesi, le piante d’appartamento possono fare la differenza nella qualità dell’aria che respiriamo; regalatevi un falangio, non solo una pianta molto decorativa, ma anche un grande alleato per ridurre i livelli di benzene, formaldeide, monossido di carbonio e xilene.


3. Diffondete oli essenziali

Alcuni oli essenziali, come quello di melaleuca (meglio conosciuto come tea tree oil), hanno proprietà antibatteriche e possono essere aggiunti a detergenti fatti in casa. Ma non è tutto: sapevate che possono contribuire all’eliminazione dei batteri aerotrasportati? Gli oli essenziali di rosmarino, eucalipto e chiodi di garofano sono inoltre utili per ridurre la presenza di acari della polvere, responsabili di numerose allergie.


4. Scegliete candele di cera d’api e lampade di sale

La cera d’api è un ottimo purificante naturale dell’aria e per capire il perché serve una breve spiegazione scientifica: le particelle fluttuano nell’aria attorno a noi perché sono ioni caricati positivamente. L’aria è più pura in un bosco o, ad esempio, vicino a una cascata perché la natura produce ioni negativi, che legandosi a quelli positivi li appesantisce facendoli precipitare a terra. Bruciando una candela di cera d’api riproducete questo fenomeno nella vostra casa, contribuendo a eliminare gli allergeni della polvere e a migliorare la qualità dell’aria.


Le lampade di sale, oltre a essere molto belle, aiutano anche a respirare meglio perché i cristalli di sale neutralizzano le tossine presenti nell’ambiente. Appoggiatene una sul vostro comodino, per un effetto decorativo e al tempo stesso funzionale. Questo tipo di lampade diffonde meglio i suoi benefici se tenuta accesa a lungo, ma anche da spenta continua a purificare l’aria.

5. Via le scarpe

Prendete l’abitudine di togliervi le scarpe non appena varcate la soglia di casa: la suola delle vostre calzature è un ricettacolo di batteri e agenti inquinanti che avete calpestato in giro per la città. Lasciare le scarpe all’ingresso è un semplice rimedio per evitare di diffonderli nell’aria, per non parlare del pavimento!


6. Cambiate il filtro del condizionatore

Se avete un condizionatore, verificate regolarmente che funzioni nel modo corretto e provvedete a cambiare il filtro quando necessario, così da mantenere l’aria di casa o dell’ufficio il più pulita possibile.


7. Eliminate la muffa

La muffa rilascia nell’aria delle spore che peggiorano la qualità dell’aria e possono scatenare i sintomi dell’allergia. Per questo è essenziale eliminarla, ma per farlo non è necessario ricorrere alla candeggina (che per altro diffonde particelle chimiche potenzialmente dannose): provate a usare l’aceto oppure l’acqua ossigenata per contrastare la formazione di questo fungo.


8. Arieggiate i mobili nuovi

I composti organici volatili (COV) sono sostanze chimiche che fluttuano nell’aria che respiriamo, e nelle nostre case sono ovunque. Infatti si trovano in abbondanza in tessuti, colle, materiali da costruzione e vernici. Quando acquistate un nuovo divano o un armadio, accertatevi di eliminare il più possibile i COV. In che modo? La loro emissione è molto più intensa quando il mobile è nuovo, quindi tenetelo almeno una settimana in garage prima di portarlo in casa, oppure accertatevi di tenere aperte le finestre il più a lungo possibile durante i primi mesi dopo l’acquisto.


9. Usate oli per cucinare con il punto di fumo più alto

Il punto di fumo è la temperatura a cui un grasso alimentare riscaldato inizia a rilasciare particelle volatili che divengono visibili sotto forma di un fumo biancastro, il quale contiene l’acroleina, una sostanza nociva per il funzionamento del fegato e irritante per la mucosa gastrica.

Per evitare di inquinare l’aria di casa, quando friggete è meglio scegliere con attenzione l’olio da usare, per evitare di raggiungere il punto di fumo e entrare in contatto con sostanze potenzialmente pericolose per la nostra salute. L’olio extravergine di oliva ha un punto di fumo che si aggira intorno ai 210°: poiché la temperatura media a cui viene riscaldato un olio durante la frittura è di circa 170°-180°, è l’ideale per cucinare piatti gustosi senza peggiorare la qualità dell’aria.


10. Non fumate in casa

Fumare è un vizio dannoso in generale, ma farlo in casa lo è ancora di più: in un ambiente chiuso le sostanze cancerogene restano intrappolate e rendono l’aria insalubre, con dei rischi concreti per la salute. 


Seguendo questi semplici consigli riuscirete a respirare aria più pura in casa e in ufficio, evitando di incappare in allergie e di peggiorare i sintomi di fastidi e malattie dell’apparato respiratorio, come tosse e raffreddore, ma anche l’asma.

Se siete alla ricerca di una nuova casa, il team di Duomo Immobiliare è al vostro fianco per permettervi di realizzare questo sogno: contattateci subito per scoprire tutte le nostre proposte!

leggi anche...
  • Voglia di rinnovare casa? Ecco i trend della primavera per l'interior design
    18/04/2018
  • Piano alto o basso? Come scegliere la posizione perfetta per il vostro appartamento
    19/03/2019
  • In questi giorni a Brescia: appuntamenti del periodo per vivere la città
    19/03/2019