Ispirazioni orientali: come realizzare un giardino roccioso

La bellezza di un giardino in cui la solidità della roccia incontra la delicatezza di piccoli fiori è innegabile: per scoprire come creare a casa vostra un angolo di verde dal fascino orientale proseguite nella lettura!

Un giardino roccioso è un’area in cui le rocce si mescolano a molteplici specie di fiori e piante. Conosciuto e apprezzato a partire dal Rinascimento, la sua versione moderna ha subito l’influenza dell’estetica giapponese, che sin dallo sviluppo dei giardini zen in epoca medievale individuava nella disposizione delle pietre un effetto calmante e meditativo.

Fortunatamente, realizzare un giardino roccioso nella propria abitazione non è un’impresa impossibile: vediamo insieme come crearlo passo dopo passo.

Innanzitutto, bisogna individuare la zona ideale: un leggero pendio assolato è il luogo perfetto per costruire un giardino roccioso. Se non ne avete uno a disposizione è opportuno preparare un piccolo terrapieno che favorisca il drenaggio dell’acqua.

Le piante dei giardini rocciosi necessitano di un terreno che sia in grado di trattenere l’acqua, ma che al tempo stesso eviti i ristagni eccessivi, per questo motivo dovrete preparare il suolo perfetto armandovi di pala. Scavate la zona prescelta per una profondità di circa 30 cm e liberatevi delle eventuali radici ed erbacce presenti.

Il prossimo passo consiste nel creare gli strati di terreno indispensabili al mantenimento di un giardino roccioso: il primo deve favorire il drenaggio, per questo sarà costituito da un miscuglio di piccole pietre, pezzetti di cemento e frammenti di mattoni; il secondo sarà di sabbia, per rendere la base del giardino impermeabile; infine, il terzo e ultimo strato composto da terriccio, humus e piccola ghiaia, il mix ideale per far crescere piante e fiori.

Ora che avete la base per il vostro giardino roccioso potete dedicarvi alla parte più creativa e divertente, ovvero la sua organizzazione. Scegliete rocce di dimensioni diverse e disponetele come preferite, sparpagliandole in modo da creare un effetto armonico. Le pietre più grandi dovranno essere inserite nel terreno per un terzo della loro altezza, così da sottolineare la naturalità del vostro giardino e non dare l’impressione di averle semplicemente appoggiate.

A questo punto un po’ di pazienza: prima di procedere con la prossima fase, date al suolo e alle pietre appena disposte qualche settimana di tempo per assestarsi.

L’ultimo passo consiste nel piantare finalmente i fiori che preferite, tenendo conto della zona climatica in cui abitate e dell’esposizione solare a cui il giardino sarà sottoposto.

In generale, sono preferibili piante che formano masse compatte come le viole, i cisti, i sedum e le pervinche. Se abitate in zone d’altura potete orientarvi su piante di origine montana, mentre in pianura e al sud è meglio optare per piante della costa mediterranea.Per un esplosione di profumi arricchite il vostro giardino roccioso con erbe aromatiche e odorose, come il timo, il rosmarino e la lavanda.

Il vostro nuovo giardino roccioso è completato, ora non vi resta che godere della sua rilassante bellezza!

State cercando una casa con un giardino da personalizzare come preferite? Contattateci subito per scoprire tutte le nostre proposte!

Data: 15 Marzo 2018
Categoria: La mia casa,
casa consigli giardino
Open chat